Il castello di Suscinio © A. Lamoureux

Il castello di Suscinio

     
  • Il Castello di Suscinio © M. Schaffner

    Il Castello di Suscinio

“Essere o non essere, questo è il problema”. Il celebre monologo di Amleto – atto terzo, scena prima – risuona tra i merletti di Suscinio e vi immerge nei meandri della tragedia di Shakespeare. Dramma, vendetta e assassini vengono a nutrire uno scenario maestoso. Qui non troverete cartongesso o riproduzioni approssimative, no: qui siete invitati a vivere da vicino la storia nel cuore di un vero castello-forte del XIII secolo!!Torri, torrioni, feritoie, e percorsi di ronda: c’è tutto!Aggiungetegiullari in costume d’epoca, dialoghi raffinati, e qualche artificio scenico… eccovi servito il teatro!

Il castello di Suscinio fa da sfondo alle opere di Faust, Ionesco o Shakespeare da molti anni, ma è anche animato dalla storia della Bretagna. Ogni estate, in occasione degli spettacoli storici di Rhuys, la corte si copre di bandiere e luci, e rende omaggio ai suoi antichi proprietari. In seguito usato come priorato, maniero, residenza di caccia e poi palazzo principesco dei duchi di Bretagna, il castello si Suscinio nasconde tra le sue pietre molti misteri. Si racconta che il Duca di Bretagna amasse trascorrervi le vacanze estive. Lo si capisce bene! Chi rinuncerebbe mai a una residenza di villeggiatura in riva all’acqua, “a pochi passi dalle grandi spiagge di Sarzeau, tra dune e paludi, superficie di 6000 m2 con vista mare”? Se oggi non è possibile concedersi delle vacanze in un castello, cominciate ad avvicinarvi a uno di essi, fateci un giro, poi entrate, scopritelo, esploratelo toccate con mano la leggenda bretone e ripartite pieni di storie, racconti e magia! Il castello è ancora pieno di vita, e potrebbe riservarci ancora grandi sorprese, considerando le vestigia, le ceramiche e gli oggetti che gli archeologi rinvengono ogni estate… Bussate alla porta del castello di Suscinio: le sorprese non sono ancora finite!

Dal XIII secolo ai nostri giorni, il castello di Suscinio è stato scolpito dalla storia. Oggi proprietà del Conseil Général du Morbihan, dopo 30 anni di lavori di restauro il monumento ha ritrovato la sua forma di fortezza medievale e il suo splendore. È aperto al pubblico durante tutto l’anno.

Vista aerea di Suscinio © M. Schaffner

Vista aerea di Suscinio

Scoprite gli incontournables del Morbihan